Celebriamo ogni mese, come al solito, un abhishekam ad una delle tre statue del Centro o al lingam, e una volta al mese, eseguiamo piccole pooje per le altre divinità. Si comincia sempre con il Guru Ashtotra, seguito da bhajan. Dopo l’abhishekam, abbiamo letto un satsang che abbiamo commentato brevemente. Poi, mentre si parlava del Satsang, abbiamo trascorso dei bei momenti di condivisione con tè e prasadam. L’atmosfera era sempre molto amichevole. In seguito, la maggior parte delle persone è rimasta per aiutare a pulire gli oggetti usati per l’Abhishekam.

Leggi di più

Saluti a Krishna, la divinità che rappresenta la bellezza, la gioia e la felicità eterna!
Il 5 settembre, i devoti si sono riuniti nel centro di Basilea, per assistere al programma in occasione del compleanno di Krishna. Alcune persone che non vivono in prossimità del centro sono arrivate ​​il ​​giorno precedente e hanno aiutato nei preparativi. È stato molto bello incontrare i devoti di lunga data provenienti dalla Francia e addirittura dall’Italia!

Leggi di più

Navaratri è una festività di nove giorni, durante i quali sono adorati quotidianamente i vari aspetti della Madre Divina. Per saperne di più su questa ricorrenza visitate: “Archivio – feste religiose”.

“La grazia della Madre è senza limiti come la Sua misericordia. Impiegate il periodo di Navaratri per ottenere la Sua grazia amorevole. Che la Madre Divina possa trasformarci in un vaso pieno della Sua pace, saggezza e gloria. Om Om Shakti.”Sami Premananda

Nel seguente satsang, Swami parla di come pregare la Madre Divina, soprattutto in questo favorevole periodo di festa.

Leggi di più

– Swamiji parla delle donne in spiritualità –
Una grande parte della missione di Swamiji riguarda l’elevazione delle donne, non solo a livello sociale, ma anche spirituale. Swami ha parlato spesso del fatto che le donne possano avanzare molto rapidamente in spiritualità, una volta scelto il cammino spirituale. Una volta Swamiji ha detto: “Vorrei dirvi qualcosa. Non c’è nulla che voi donne non possiate fare. Potete ottenere l’illuminazione! Potete giungere ad uno stato superiore e fare qualsiasi cosa! Ma dovreste rinunciare all’attaccamento a maya che è dentro di voi. Maya risiede dentro di voi, a vostra insaputa.” Ha anche detto: ” Sento che le donne dovrebbero sviluppare in spiritualità. Voglio che sviluppino, maturino e siano accettate come grandi esseri spirituali. Mi piace istruirle e mostrare al mondo quanto siano grandi, ma è un compito molto difficile. Esse dovrebbero avere più fiducia in loro stesse e meno attaccamenti”.
Swamiji ha sempre incoraggiato, con tutto il cuore, le donne dell’Ashram a prendere parte attiva, non solo nella gestione dell’Ashram, ma anche allo svolgimento dei culti quotidiani. Questo ha continuato anche dopo il Samadhi di Swamiji e le donne stanno compiendo il culto nel tempio del Lingam del Samadhi ed eseguendo gli abhishekam alle divinità nella puja hall, quotidianamente.

Leggi di più

Nell’Induismo, Bhuvaneshwari è la divinità della Terra e noi, nel nostro Ashram, rispettiamo e adoriamo quest’aspetto della Madre Divina. Perché consideriamo questa Terra come la Madre Divina stessa. Prendetela come esempio. Lei è così gentile, paziente e tollerante verso gli esseri umani. Facciamo tutti i tipi di sciocchezze sul suo bel corpo: questa grande Terra.

Leggi di più

Swamiji ha dato molti Satsang sulla necessità di avere un Guru, se vogliamo progredire bene nel cammino spirituale, sulla relazione guru-discepolo, come possiamo trarre benefici dal avere un maestro spirituale, e consigli su come festeggiare Guru Purnima. Ecco alcune delle sue preziose parole.

“Guru Purnima è il giorno in cui si commemorano santi, saggi, avatar e maestri spirituali che ci guidano sul sentiero spirituale e che nascono su questa terra dal tempo in cui il mondo fu creato.

Leggi di più

Guru Purnima viene celebrato nello Sri Premananda Ashram in India, nei Centri Sri Premananda, dai Gruppi e Gruppi Giovani in tutto il mondo.

In genere, in occasione del Guru Purnima, eseguiamo una pada puja, l’adorazione dei piedi di un santo o dei suoi sandali tradizionali, chiamati paduka. Resta inteso nella tradizione spirituale orientale che i piedi del saggio sono venerati come simboli della divinità. Viene anche presentato al Guru un vassoio di offerte tradizionali a base di frutta, soldi, fiori e – in particolare per Guru Purnima – un completo di vestiti.

Leggi di più

Di Kartik, Polonia

Quando Swamiji nel 2011 è entrato in mahasamadhi, abbiamo pensato che fosse ancora spiritualmente con noi e che, da quel momento in poi, il suo sostegno sarebbe stato ancora più forte. Tuttavia, un giorno, mentre facevo la puja al Lingam che Swamiji mi ha dato, ho considerato come una parte del suo corpo fisico viva ancora con noi: i Lingam da lui generati durante il Lingodbhava. Swamiji ha detto molte volte che questi Lingam sono fatti del suo sangue quindi penso che la mia conclusione sia abbastanza corretta.

Leggi di più

Di Rosa, Centro di Unità Premananda, Amelia, Italia

Volendo definire la personalità di un maestro ci troviamo di fronte al problema della dualità fra la persona fisica e la vera natura del maestro. Generalmente ci si limita al primo aspetto perché sembra più semplice schizzare un ritratto basato su fatti e aneddoti. Il secondo aspetto viene citato molto più raramente perché per descriverlo avremmo bisogno di parlare di sensazioni, esperienze interiori, modi di sentire, momenti particolari e altri elementi sottili che pur essendo reali per noi non sono sempre riconducibili a qualcosa di tangibile, ma esistono soltanto nel profondo del nostro essere.

Leggi di più

Di Madhan

La prima volta che sono entrato in contatto con Swamiji è stato indirettamente attraverso la visita ufficiale di uno dei discepoli sannyas di Swamiji, al centro Sri Premananda di Grenoble, in Francia nel 1996. Avevo venti anni ed ero più interessato a cose da giovani e ai miei studi, che a cose spirituali. La mia famiglia era in spiritualità da anni essendo la partner di mio padre, Dhanalakshmi, la responsabile del Centro di Grenoble, così non ho mai dimenticato Swamiji. Nel2000, dopo aver terminato gli studi in Irlanda ed essermi trasferito negli Stati Uniti, è arrivato il momento di trovare un lavoro: fare il mio primo passo in un mondo di uomini e restituire il mio debito di studente. Tuttavia, nonostante le buone referenze non riuscivo a trovare un lavoro. Passavano i mesi e mi sentivo preoccupato e triste per questa situazione. Un giorno mia madre mi ha detto: “Perché prendi tutto questo così sul serio? Forse dovresti smettere di cercare questo lavoro per un po’. Cosa ci vuoi fare se non puoi ottenere quello che desideri?”

Leggi di più

Sri Premananda Ashram © 2018. All Rights Reserved