Domanda: L’umanità sta attraversando un periodo di profonda crisi, in molte parti del nostro pianeta, continue guerre e genocidi vengono perpetrati nel nome di Dio, o il dio che chiamiamo denaro. Nei paesi in via di sviluppo, ogni anno milioni di bambini muoiono di fame. E questi sono solo alcuni dei tanti drammatici problemi che oggi l’umanità deve affrontare. Qual è la differenza tra l’attuale periodo di crisi e i terribili altri che l’umanità ha affrontato in passato?

Leggi di più

Se hai buoni rapporti con tuo marito e non hai sospetti su di lui – lo aiuterai. Gli laverai gli indumenti e farai tutto per lui – e lui farà altrettanto. Questo è possibile solo quando esiste intesa tra di voi. In una relazione spirituale è la stessa cosa – per arrendersi serve comprensione; è assolutamente necessaria.

Quindi, per prima cosa, dovete decidere chi è il vostro maestro spirituale. All’inizio, non c’è niente di sbagliato nell’essere ansiosi, avere dubbi e fare ricerche. Swami Vivekananda, un grande saggio indiano, all’inizio, ha fatto molte ricerche sul suo famoso maestro, Sri Ramakrishna. Ma questo dovrebbe durare solo per un certo periodo. Poi, quando nasce la fiducia, essa aumenta continuamente! Questa è la resa totale…

Leggi di più

Bhajan la mattina presto nel mese di Margali – di un residente dell’Ashram

Nella Bhagavad Gita, il Signore Krishna ci dice che, fra i mesi dell’anno, è Margali. Margali è un mese Tamil che inizia a metà dicembre e termina a metà gennaio. Si dice anche che per i Deva, gli esseri divini, uno dei nostri anni è un giorno, e il nostro mese di Margali è il periodo del brahma muhurtam del loro giorno.

Nel 1992, ho avuto l’opportunità di essere nell’Ashram durante quel periodo propizio. Allora, il Ganesha abhishekam quotidiano iniziava alle 5:30 del mattino, invece che alle 5 come adesso. Swamiji, durante questo mese speciale, chiese a tutti noi di riunirci alle 4:45, ogni giorno e andare in giro per l’Ashram cantando bhajan. Swamiji, naturalmente, veniva con noi a cantare! È stato così divertente. Ogni giorno chiedeva ad un residente dell’Ashram di preparare una bevanda calda per tutti e finivamo il nagara sankeertanam proprio lì. Dopo aver preso il tè, il caffè, il latte al cioccolato o un’altra bevanda, andavamo tutti insieme all’abhishekam di Ganesha.

Leggi di più

Swamiji, se dovessi seguire il sentiero spirituale, ci sarebbero dei cambiamenti in me? Quali benefici porta seguire tale percorso?

Seguendo il percorso spirituale, i nostri pensieri e obiettivi sarebbero diretti in una direzione migliore. Avremmo una visione delle azioni sbagliate che abbiamo commesso nella nostra vita. Avremmo anche la comprensione di ciò che è vero e ciò che è falso Avremmo una percezione molto chiara della vita. Quindi, seguendo il sentiero spirituale, vi sarà mostrato chiaramente il giusto modo di vivere. Il percorso spirituale indica lo scopo della vita umana. Molti esseri umani nascono e attraversano la vita mondana senza rendersene conto. Mangiano, dormono, lavorano, cedono ai desideri corporei e, non essendo in grado di soddisfare i propri desideri, diventano frustrati e con questo stato d’animo muoiono. Questo è stato il destino di molti esseri umani. Senza cadere nella strada sbagliata, scelta dalla maggioranza delle persone, se vuoi percorrere il sentiero spirituale, puoi raggiungere uno stadio mentale molto elevato e una condizione nobile nella vita.
By following the spiritual path, our thoughts and aims in life would be diverted in a more beneficial direction.  We would get an insight into the wrong deeds that we have committed in our lives.  We would also be able to realize what is true and what is false in this world.  We would have a very clear perception of life.  Therefore, by following the spiritual path, the right way of living would be clearly shown to you. The spiritual path identifies the purpose of human life.  Many human beings are born and go through the worldly life without realizing its purpose…

Leggi di più

Mahadeva (il Grande Dio), il Paramatma (lo Stesso universo sconfinato), pura beatitudine e amore puro, il primo yogi, il primo guru, Colui che non è – Shiva è tutto questo e, nell’Induismo, “La Grande notte di Shiva”, Mahashivaratri, è una delle più importanti cerimonie spirituali, una celebrazione che cade una volta l’anno, il 14° giorno del mese indù di Masi (febbraio-marzo), poco prima della luna nuova. Perché in questa data e perché è così significativo? In quest’esatto momento, le influenze planetarie o le forze della natura sono disposte in modo da offrirci l’opportunità di fare il miglior uso delle nostre energie naturali, per fondersi con il Divino Shiva e ricevere la sua grazia.

Le Scritture, e anche Swamiji, incoraggiano i devoti ad osservare Mahashivaratri – digiunando e rimanendo svegli tutta la notte, con il pensiero immerso continuamente in Shiva – impegnati in varie pratiche spirituali. Nell’Ashram queste pratiche includono – la meditazione, l’abhishekam, il canto del “Om Namah Shivaya”, canti devozionali, partecipare o guardare a drammi devozionali, danze e spettacoli musicali.

Leggi di più

Nell’Ashram Sri Premananda, c’è un bel tempio di Shiva Shakti che è stato pianificato da Swamiji, molto tempo fa. Nel 1993 Swamiji disse: “Quando questo corpo sarà trapassato ed entrerà in mahasamadhi, la sua vibrazione divina aiuterà il mondo per i successivi 2.500 anni.” Swamiji ha incominciato a costruire il tempio nel 2008. Ha detto che ha caricato il lingam di una tale potenza divina, che i problemi di tutte le persone saranno risolti e quindi è – “Kurai Teerkum Shiva” – il Signore Shiva che risolve tutti i problemi.

Il lingam è anche chiamato Sri Premeshvarar, poiché tutti gli Shiva lingam hanno un nome – “Prem” vuole dire amore divino ed è parte del nome di Swamiji. “Eshvarar” è l’Essere Supremo, il signore onnipotente dell’universo. È un nome sia di Shiva che di Vishnu. Swamiji ha progettato il tempio e ha dato istruzioni con riferimento a quali divinità dovrebbero esserci installate. Quando Swamiji è entrato in mahasamadhi nel 2011, i suoi resti fisici sono stati seppelliti lì, seguendo gli antichi rituali Indiani, e così il tempio Shiva Shakti è diventato anche il suo Samadhi. Il luogo da cui scaturirà la sua vibrazione divina, per i prossimi 2.500 anni – per il beneficio e l’elevazione spirituale del mondo; come aveva detto molti anni prima…

Leggi di più

“Incarnazioni del Divino,

Che Dio ci benedica affinché, in questa vita umana, possiamo pronunciare il nome del Divino.

In verità, la nostra vita è breve. In questo breve periodo, cosa dovremmo raggiungere? Qualunque cosa sia, non dovremmo dimenticarlo. Di che cosa abbiamo bisogno per raggiungere i nostri obiettivi? Ci vuole – devozione e pazienza. La qualità della nostra vita dipende da quanta pazienza abbiamo. (…)

Con la grazia di Dio, tutti dovreste raggiungere un livello elevato. Per stabilire la giustizia, sono destinati a nascere alcuni grandi esseri. È per questo, che nascono santi, saggi e avatar – per ristabilire la devozione, per impregnare questo mondo di devozione. Lo fanno perché oggi c’è più adharma – iniquità, che dharma. Quando arrivano, non li capiamo veramente, ma quando non ci sono più – ci pensiamo. (…)

Pertanto, rendetevi conto che la vita è breve e, in quel lasso di tempo, dovreste sapere cosa realizzare, cosa sapere e cosa raggiungere. Nel corso della vostra vita, dovreste cercare di capire questi grandi esseri spirituali, il loro giusto cammino e ciò che hanno insegnato”…

Leggi di più

“… portando la luce divina di Swami Premananda …”

Swamiji ha benedetto i delegati dell’ashram perché vadano nel mondo in tutti i centri e gruppi Sri Premananda che li invitano portando con loro il potente Lingam rosa.

Li ha benedetti per andare in tutti i centri a dare la benedizione con il Lingam, risolvere i problemi dei devoti grazie alla forza del Lingam, dare alle persone l’opportunità di ricevere la grazia spirituale divina di Swamiji e diffondere la luce divina di Swamiji. Questi tour sono a beneficio di tutti e per la pace della mente, per la crescita della spiritualità, e per diffondere il messaggio di Swamiji.

Swami Premananda (1951-2011) è un maestro spirituale che ha dedicato la sua vita a servire gli altri. Era l’incarnazione dell’amore incondizionato; la sua umiltà, la sua pazienza e la sua saggezza erano infinite. Ha passato la maggior parte della sua vita ad ascoltare i problemi delle persone, aiutandole a risolverli e guidandole verso la pace interiore e la gioia.

Swamiji ha raggiunto il Mahasamadhi (ha lasciato il suo corpo) il 21 febbraio 2011. Nonostante Swamiji non sia presente tra noi fisicamente, la sua grazia divina, la sua guida e gli insegnamenti continuano a elevare e aiutare coloro che sono in contatto con lui.

“Cosa importa dove sto? L’eterna energia presente in me vi raggiungerà ovunque voi mi chiamiate e darà beneficio a voi e alle persone attorno a voi. Dovete capire che vengo a voi solo per fare del bene. Se mi tenete nel vostro cuore, sarò con voi in ogni nascita per farvi del bene e farò del bene anche in questa nascita, per tutto il tempo in cui sarete in questo corpo.”

Leggi di più

Skanda Shashti è una festa di sei giorni che festeggia la tremenda lotta tra le forze del male, rappresentate dal Surapadma, e le forze della luce e del dharma, rappresentate dal Signore Skanda e dal suo Vel. Questa battaglia durò sei giorni….

Leggi di più

Guru Purnima è il giorno in cui si commemorano santi, saggi, avatar e maestri spirituali che ci guidano sul sentiero spirituale e che sono nati su questa terra dal tempo in cui il mondo fu creato.
Questa giornata ritorna ogni 365 giorni. Pensiamo a quelle grandi anime e nelle nostre menti cantiamo “Gurur Brahma, Gurur Vishnu, Gurur Devor Maheshwaraha” e pensiamo al Supremo che è il Guru dei Guru. Poi pensate al maestro spirituale che avete accettato come vostro Guru e cantate il suo nome nove volte. Sarà come ricevere la grazia del Guru per l’anno intero…

Leggi di più

Sri Premananda Ashram © 2019. All Rights Reserved