Tripudio di rose per il compleanno di Swami Premananda

Di Rosa & Sergio, Centro di Unità Premananda, Italia

Sri tratta della nostra celebrazione dell’anniversario della nascita di Swamiji nel Centro di Unità Premananda di Amelia.

Avremmo tanto voluto trovare in giardino almeno un paio di rose da mettere sulle paduka di Swamiji, ma non avevamo molte speranze perché ultimamente il tempo era stato pessimo, la temperatura era talvolta scesa poco sopra 0° e la notte prima della celebrazione aveva cominciato a cadere una pioggia battente che aveva continuato ininterrotta per buona parte del mattino seguente. Quando finalmente ha smesso di piovere sono uscita in giardino per recuperare qualche piantina probabilmente mezza affogata per addobbare l’altare e la sedia di Swamiji. Che mia sorpresa nel trovare il giardino pieno di rose!

Sembrava di essere a maggio: un vero tripudio di rose gocciolanti e freschissime di tutti i colori. Ne ho raccolte per la ghirlanda e la foto di Swamiji, per le sue paduka, per lo Shivalingam, per la Madre Divina, per il vaso sull’altare e per uno più alto accanto all’altare, per il Guru Astotra, e poi petali per coprire l’altare e infine una decina di roselline più piccole dello stesso colore e profumatissime per addobbare la torta di compleanno. La sala del tempio profumava come non mai e nel giardino rimanevano ancora molte rose. Ero molto felice, Poi, però sono cominciati ad arrivare dei messaggi di persone che non potevano più venire e all’ennesimo messaggio ero così dispiaciuta che avevo deciso di annullare tutto. Proprio nel momento che stavo per prendere il telefono per inviare un SMS di annullamento, arriva la chiamata di S. che mi dice che aveva fatto più di 200 km per poter essere insieme a noi per celebrare questo importante evento. Cosicché decisi che anche se in quattro gatti, la festa l’avremmo fatta. In quel momento sentii una vocina: “verranno, verranno”, ma non ci feci caso.

Seconda sorpresa della serata: alla fine anche le persone che avevano disdetto sono venute. Ero proprio contenta! Altra sorpresa: tutti cantavano i bhajan! Non era mai successo. La celebrazione è proseguita con la meditazione, la benedizione con il Lingam, la lettura di alcuni discorsi di Swamiji scelti a caso e che hanno risposto a domande inespresse di alcuni dei presenti.

Per finire abbiamo tagliato la torta che è risultata squisita e ognuno ha preso dalla torta una rosellina da portare a casa. E’ stata una festa indimenticabile.

Qui di seguito i feedback di quattro partecipanti che hanno voluto condividere il loro pensiero sull’evento:

• “Sabato è stato un incontro molto particolare. Quello che mi ha colpito è stata la sincronicità. Tutto è accaduto perché noi fossimo in 10 come le rose nella torta, e se guardiamo le vicissitudini mie, di E. e di R., noi lì non ci dovevamo proprio essere, almeno non fino a qualche ora prima. Ho avvertito un senso di avvolgimento da parte di Premananda come se fosse lì con noi.”

• “Non è facile spiegare in parole ciò che emana dal cuore. La prima cosa che si coglie, varcando il cancello del Centro, è la grande pace che sovrasta ogni cosa: dalle fioriture, agli alberi, alle costruzioni… è come se tutto appartenesse a un’altra dimensione. E forse è proprio così. Per ciò che attiene all’incontro, oltre all’evidenza di “piccoli” miracoli (come la fioritura “eccezionale” di rose nonostante la giornata estremamente grigia e piovosa), si è colta la sensazione che stavamo partecipando a qualcosa di importante. A qualcosa che comunque avrebbe arricchito i nostri cuori e le nostre esistenze. Non qualcosa di eclatante, ma sottile e penetrante, ma non di meno vivo ed esaltante. Grazie Rosa e Sergio per averci reso partecipi a questo incontro particolare e, soprattutto, grazie per essere portatori di quell’Amore Universale riversato in voi da Swami Premananda e che dovrebbe essere la sola “religione” della nostra grande Madre Terra.”

• “… L’atmosfera e le sensazioni che ho percepito durante il canto sono state: luce e serenità. Durante la meditazione una visione: un antico muro alto in luogo orientale, un chiacchiericcio calmo e sereno, con personaggi “mistici” che si sono abbracciati con grande affetto e calore, ero lì… ma l’emozione mi ha fatto ritornare. Poi al contatto con il Lingam la “scossa”, energia che ha percorso tutto il corpo, e dopo una piacevole generale sensazione di leggerezza.”

•“ Ti ringrazio della bella foto che ci hai inviato, è un bel ricordo di quell’incontro che è stato molto particolare e intenso. Quella serata mi ha toccato piacevolmente e profondamente…”

JAI PREMA SHANTI!

Sri Premananda Ashram © 2018. All Rights Reserved