Un devoto chiese a Swamiji: “Qual è l’essenza del tuo insegnamento spirituale?” Lui sorrise e rispose: “Calmare la mente, liberandola da pensieri inutili e depressione, ed essere permanentamente felice.”

Swami Premananda era un maestro spirituale che ha dedicato la sua vita al servizio degli altri. Era un esempio vivente per come superava gli ostacoli con mente positiva e la sua preoccupazione principale era sempre rivolta gli altri. La pazienza di Swamiji e il suo puro amore erano infiniti. Ha trascorso molte ore ad ascoltare i problemi dei devoti, aiutando a risolverli, e li ha guidati verso una vita di pace interiore e felicità. La sua vita è stata fonte d’ispirazione per chi lo incontrava.

EVENTI SPECIALI - MAHASHIVARATRI

Mahadeva (il Grande Dio), il Paramatma (lo Stesso universo sconfinato), pura beatitudine e amore puro, il primo yogi, il primo guru, Colui che non è – Shiva è tutto questo e, nell’Induismo, “La Grande notte di Shiva”, Mahashivaratri, è una delle più importanti cerimonie spirituali, una celebrazione che cade una volta l’anno, il 14° giorno del mese indù di Masi (febbraio-marzo), poco prima della luna nuova. Perché in questa data e perché è così significativo? In quest’esatto momento, le influenze planetarie o le forze della natura sono disposte in modo da offrirci l’opportunità di fare il miglior uso delle nostre energie naturali, per fondersi con il Divino Shiva e ricevere la sua grazia.

Le Scritture, e anche Swamiji, incoraggiano i devoti ad osservare Mahashivaratri – digiunando e rimanendo svegli tutta la notte, con il pensiero immerso continuamente in Shiva – impegnati in varie pratiche spirituali. Nell’Ashram queste pratiche includono – la meditazione, l’abhishekam, il canto del “Om Namah Shivaya”, canti devozionali, partecipare o guardare a drammi devozionali, danze e spettacoli musicali.

Leggi di più

Nell’Ashram Sri Premananda, c’è un bel tempio di Shiva Shakti che è stato pianificato da Swamiji, molto tempo fa. Nel 1993 Swamiji disse: “Quando questo corpo sarà trapassato ed entrerà in mahasamadhi, la sua vibrazione divina aiuterà il mondo per i successivi 2.500 anni.” Swamiji ha incominciato a costruire il tempio nel 2008. Ha detto che ha caricato il lingam di una tale potenza divina, che i problemi di tutte le persone saranno risolti e quindi è – “Kurai Teerkum Shiva” – il Signore Shiva che risolve tutti i problemi.

Il lingam è anche chiamato Sri Premeshvarar, poiché tutti gli Shiva lingam hanno un nome – “Prem” vuole dire amore divino ed è parte del nome di Swamiji. “Eshvarar” è l’Essere Supremo, il signore onnipotente dell’universo. È un nome sia di Shiva che di Vishnu. Swamiji ha progettato il tempio e ha dato istruzioni con riferimento a quali divinità dovrebbero esserci installate. Quando Swamiji è entrato in mahasamadhi nel 2011, i suoi resti fisici sono stati seppelliti lì, seguendo gli antichi rituali Indiani, e così il tempio Shiva Shakti è diventato anche il suo Samadhi. Il luogo da cui scaturirà la sua vibrazione divina, per i prossimi 2.500 anni – per il beneficio e l’elevazione spirituale del mondo; come aveva detto molti anni prima…

Leggi di più

Sri Premananda Ashram © 2017. All Rights Reserved