Le esperienze dei devoti

Lo Shree Poobala Krishna Ashram è uno dei vari Ashram che gestiva Swamiji in Sri Lanka, prima di stabilirsi in India nel 1984. Per anni, durante la guerra civile in Sri Lanka, l’Ashram non ha funzionato, ma dopo la fine del conflitto, sono riprese le attività spirituali, anche se in piccola scala. I devoti di Swamiji dello Sri Lanka – considerando questo un luogo sacro, nel paese natale di Swamiji, dove visse, svolse servizio sacro all’umanità, fece lingodbhava e compì molti miracoli e leela – vanno spesso in quest’Ashram e il loro sostegno rende possibile mantenere i servizi spirituali forniti ai devoti di Swamiji ed ai bambini del vicinato. Anche i devoti stranieri visitano l’Ashram. Dopo un soggiorno lì, Hamsaa descrive la sua esperienza osservando la vita molto semplice e di devozione dei suoi abitanti…

Leggi di più

I devoti di paesi e ambienti diversi hannocondiviso, in poche parole, ciò che significa avere un insegnante spirituale come Swamiji.

Avere un guru, un vero guru come Swamiji…

… ha reso Dio e la spiritualità, una realtà pratica più chiara, in tutti gli aspetti della mia vita.

… mi ha dato l’opportunità d’imparare qualcosa che non pensavo di poter davvero imparare in nessun altro modo: essere la persona migliore che posso essere…

Leggi di più

LA MIA ESPERIENZA, DI CLAUDETTE

Jai Prema Shanti! Sono Claudette. Ho trentasei anni, sono francese e vivo a Montreal, in Canada, da oltre quattro anni e ho intenzione di continuare a vivere qui e alla fine diventare cittadina canadese. Nel 2010 un devoto mi ha fatto conoscere Swami Premananda e l’anno successivo, nel 2011, ho avuto l’opportunità di venire in India e visitare l’Ashram per la prima volta. Avere conosciuto Swamiji, il mio soggiorno nell’Ashram e l’interazione con i bambini – mi hanno completamente cambiato la vita. Tornata a casa dopo questo incredibile viaggio, mi sono resa conto che la vita ha un senso solo quando puoi aiutare il prossimo. Lentamente ma inesorabilmente, ho cambiato il mio lavoro – da quello di mantenere una posizione convenzionale in una multinazionale – a diventare un insegnante di yoga. La mia idea era di riprodurre la visione di Swamiji – spirituale, ecologica e umanitaria – qui in Occidente. Dopo questa prima visita nel 2011, sono riuscita a visitare l’Ashram quasi ogni anno.

Leggi di più

Il Signore Buddha disse:
“Non adorarmi – il mondo dentro di me ti proteggerà. Realizza la verità.” – Swami Premananda 

Nel giorno della luna piena di maggio celebriamo la nascita, l’illuminazione e il samadhi del Signore Buddha. Il principe Gautama che divenne il Buddha rinunciò a tutto il suo inimmaginabile privilegio, ricchezza e potere mondano, per dedicarsi totalmente al sentiero spirituale. Meditò con immensa sincerità e concentrazione per sette anni; alla fine di questa intensa sadhana, raggiunse l’illuminazione. Quindi lasciò la foresta e iniziò ad insegnare gli altri su come sviluppare spiritualmente e raggiungere lo stesso stato di beatitudine che aveva raggiunto…

Leggi di più

Di Siddhananda, Francia

Erano passati tre anni dalla mia prima visitata all’Ashram e ora, questa volta, era con nostalgia riflessiva che oltrepassavo il cancello. Mi sono preso il mio tempo per guardarmi intorno, volendo giovare al massimo del mio ritorno qui.

Quando vieni dall’Occidente, vivere nell’Ashram è come scoprire un’altra dimensione, perché è letteralmente un altro mondo. Non solo il modo di vivere è diverso, ma anche il modo di essere, il clima e soprattutto la nozione del tempo. Rispetto all’idea occidentale del tempo, qui il tempo sembra non esistere più; acquisisce un’altra densità e talvolta un singolo giorno può sembrare un’eternità. Ricordo di aver provato questo sentimento: dopo la prima settimana nell’Ashram era come fossero passati sei mesi! Sì, il tempo è diverso qui, è come se l’Ashram fosse una specie di vortice temporale in cui il tempo sembra essersi fermato ma, di fatto, è la nostra percezione mentale che cambia, il nostro approccio alla vita quotidiana e il nostro atteggiamento nei confronti della Vita…

Leggi di più

Bhajan la mattina presto nel mese di Margali – di un residente dell’Ashram

Nella Bhagavad Gita, il Signore Krishna ci dice che, fra i mesi dell’anno, è Margali. Margali è un mese Tamil che inizia a metà dicembre e termina a metà gennaio. Si dice anche che per i Deva, gli esseri divini, uno dei nostri anni è un giorno, e il nostro mese di Margali è il periodo del brahma muhurtam del loro giorno.

Nel 1992, ho avuto l’opportunità di essere nell’Ashram durante quel periodo propizio. Allora, il Ganesha abhishekam quotidiano iniziava alle 5:30 del mattino, invece che alle 5 come adesso. Swamiji, durante questo mese speciale, chiese a tutti noi di riunirci alle 4:45, ogni giorno e andare in giro per l’Ashram cantando bhajan. Swamiji, naturalmente, veniva con noi a cantare! È stato così divertente. Ogni giorno chiedeva ad un residente dell’Ashram di preparare una bevanda calda per tutti e finivamo il nagara sankeertanam proprio lì. Dopo aver preso il tè, il caffè, il latte al cioccolato o un’altra bevanda, andavamo tutti insieme all’abhishekam di Ganesha.

Leggi di più

Di Nagulan, Coordinatore del Centro Sri Premananda di Vlamertinge, Belgio

Da circa sei settimane, mia moglie ed io siamo rientrati nella nostra casa in Belgio dal soggiorno nell’Ashram, durante Mahashivaratri e ogni giorno mi trovo ad essere ancora lì con la mente – durante il giorno improvvisamente mi viene in mente un bhajan ed inizio a cantare.

Quest’anno, Mahashivaratri e il nostro soggiorno nell’Ashram sono stati una bellissima esperienza. È stato diverso rispetto agli anni precedenti e, da quando siamo tornati a casa, sono in grado di mantenere questo sentimento di gioia che avevo nell’Ashram. Mi sono anche chiesto perché questo accada e, secondo me, ci sono quattro motivi.

Leggi di più

Di Kartik, Polonia

Quando Swamiji nel 2011 è entrato in mahasamadhi, abbiamo pensato che fosse ancora spiritualmente con noi e che, da quel momento in poi, il suo sostegno sarebbe stato ancora più forte. Tuttavia, un giorno, mentre facevo la puja al Lingam che Swamiji mi ha dato, ho considerato come una parte del suo corpo fisico viva ancora con noi: i Lingam da lui generati durante il Lingodbhava. Swamiji ha detto molte volte che questi Lingam sono fatti del suo sangue quindi penso che la mia conclusione sia abbastanza corretta.

Leggi di più

Di Rosa, Centro di Unità Premananda, Amelia, Italia

Volendo definire la personalità di un maestro ci troviamo di fronte al problema della dualità fra la persona fisica e la vera natura del maestro. Generalmente ci si limita al primo aspetto perché sembra più semplice schizzare un ritratto basato su fatti e aneddoti. Il secondo aspetto viene citato molto più raramente perché per descriverlo avremmo bisogno di parlare di sensazioni, esperienze interiori, modi di sentire, momenti particolari e altri elementi sottili che pur essendo reali per noi non sono sempre riconducibili a qualcosa di tangibile, ma esistono soltanto nel profondo del nostro essere.

Leggi di più

Di Madhan

La prima volta che sono entrato in contatto con Swamiji è stato indirettamente attraverso la visita ufficiale di uno dei discepoli sannyas di Swamiji, al centro Sri Premananda di Grenoble, in Francia nel 1996. Avevo venti anni ed ero più interessato a cose da giovani e ai miei studi, che a cose spirituali. La mia famiglia era in spiritualità da anni essendo la partner di mio padre, Dhanalakshmi, la responsabile del Centro di Grenoble, così non ho mai dimenticato Swamiji. Nel2000, dopo aver terminato gli studi in Irlanda ed essermi trasferito negli Stati Uniti, è arrivato il momento di trovare un lavoro: fare il mio primo passo in un mondo di uomini e restituire il mio debito di studente. Tuttavia, nonostante le buone referenze non riuscivo a trovare un lavoro. Passavano i mesi e mi sentivo preoccupato e triste per questa situazione. Un giorno mia madre mi ha detto: “Perché prendi tutto questo così sul serio? Forse dovresti smettere di cercare questo lavoro per un po’. Cosa ci vuoi fare se non puoi ottenere quello che desideri?”

Leggi di più

Sri Premananda Ashram © 2017. All Rights Reserved